“Olimpiadi e Paraolimpiadi - Torino 2006”

Cari Amici, si è da poco concluso a Torino, il ciclo di manifestazioni legate alle Olimpiadi e Paraolimpiadi invernali 2006, il bilancio vede un ottimo successo della nostra Città, della Provincia e della Regione.  La macchina organizzativa del Toroc, integrata in piena sinergia da personale e strutture dei citati enti, è riuscita a dare un’ottimo risultato, senza alcun problema. In particolare la nostra amata Torino è riuscita a mettersi in mostra con l’abito migliore della festa dinanzi a tutto il mondo. Per la prima volta milioni di persone, hanno scoperto che a Torino non c’è solo la Fiat e la Juventus, per cui è limitatamente conosciuta, ma al suo interno vi pulsa un cuore ardente pieno di risorse e di aspetti qualitativi che non sono secondi a nessun’altra città italiana. Ciò che si è visto in quei giorni, nell’Arte, nello spettacolo, e nella Cultura in genere, molti torinesi stessi, non lo avevano mai visto, troppo fossilizzati dalla grigia quotidianità. Le risorse celate che Torino è riuscita a svelare al mondo intero lo hanno stupito in profondità, e molti affermavano con sincerità che non si sarebbero mai aspettato di vedere quello che hanno visto. Anche noi, come IPA, ci eravamo schierati per offrire la nostra disponibilità  già alcuni anni orsono, rispondendo ad una chiamata che il Toroc fece nei nostri confronti. ma come successe anche con altre titolate associazioni consorelle, non si concluse un accordo scritto che salvaguardasse le nostre personali identità e caratteristiche associative. Questa però non è stata l’occasione per tirarci in disparte, ma molti nostri Soci, hanno comunque dato il loro contributo umano partecipando a titolo personale, discretamente, ma concretamente. Questa foto di Colleghi, nella veste reale di Tedofori, nella nostra nuova Centrale Operativa, vuole rappresentare il prezioso impegno che molti Soci hanno silenziosamente offerto, pur senza avere il giusto riconoscimento che noi avremmo preferito. A tutti Loro il nostro ringraziamento per il valido, rispettoso e riservato impegno dato.

Anche se non abbiamo potuto esporre le nostre insegne, Noi c’eravamo comunque, dinanzi al mondo, grazie al Vostro cuore.

Grazie Ragazzi siete stati grandi, anche nelle cose semplici.

Il Presidente Regionale del Piemonte

Riprendi da Sopra